La ragazza con l’orecchino di perla, a Bologna la mostra-evento del 2014

E’ la mostra più attesa del 2014: dall’8 febbraio Bologna ospita “La ragazza con l’orecchino di perla”. Il capolavoro del pittore olandese Johannes Vermeer – tra i dipinti più noti e amati a livello planetario, al livello della Gioconda di Leonardo e dell’Urlo di Munch – sarà esposto a Palazzo Fava fino al 25 maggio.
Decine di migliaia le prenotazioni.

Jan Vermeer - La ragazza con l'orecchino di perla

Johannes Vermeer – La ragazza con l’orecchino di perla

Dal Museo Mauritshuis dell’Aia arriva in Italia “La ragazza con l’orecchino di perla”. L’opera-mito di Vermeer sarà in mostra a Bologna per quindici settimane. Un’occasione unica per godere da vicino di uno dei capolavori più amati e riprodotti al mondo.

La ragazza con l’orecchino di perla – opera da cui è stato tratto anche un film molto bello – evoca bellezza e mistero e il suo volto da cinque secoli continua a stregare coloro che hanno l’emozione di poterlo ammirare. L’arrivo a Bologna è il frutto di una trattativa durata un paio di anni, a partire dal momento in cui il Mauritshuis è stato chiuso per importanti lavori di restauro e ampliamento, che ne vedranno la riapertura al principio dell’estate 2014.

Nel frattempo, una parte delle collezioni del Museo è stata riallestita presso il Gemeentemuseum, sempre a L’Aja, mentre un nucleo, forse il più strepitoso, è stato concesso ad alcune sedi internazionali in Giappone (a Tokyo e Kobe) e negli Stati Uniti: il Fine Arts Museum di San Francisco, l’High Museum of Art di Atlanta e la Frick Collection di New York. Come unica sede europea, e ultima prima del definitivo ritorno de La ragazza con l’orecchino di perla al suo Museo rinnovato, la scelta è caduta su Bologna e su Palazzo Fava.

Ma il dipinto di Vermeer non è solo: in mostra ci sono anche altre opere importanti della pittura olandese. Il sottotitolo della mostra-evento è infatti “Il mito della Golden Age. Da Vermeer a Rembrandt“.

Una quarantina di altre opere dello stesso Museo olandese, sempre di qualità eccelsa, scelte appositamente per la sede bolognese e quindi in parte diverse da quelle già esposte in Giappone e ora negli States, accompagnano La ragazza con l’orecchino di perla, che non sarà l’unico capolavoro di Vermeer in mostra. Ad affiancarla ci sarà Diana e le sue ninfe.

Rembrandt - Cantico di Simeone

Rembrandt – Cantico di Simeone

Palazzo Fava ospita poi ben 4 capolavori di Rembrandt, oltre a Frans Hals, Ter Borch, Claesz, Van Goyen, Van Honthorst, Hobbema, Van Ruisdael, Steen, tutti grandi protagonisti della Golden Age dell’arte olandese.

A Bologna sono attese decine di migliaia di persone per “La ragazza con l’orecchino di perla”, è quindi possibile prenotare la propria visita con largo anticipo.

 

LA RAGAZZA CON L’ORECCHINO DI PERLA
Bologna, Palazzo Fava
8 febbraio – 25 maggio 2014

Mostra a cura di
Marco Goldin
Emilie E.S. Gordenker
Quentin Buvelot
Ariane van Suchtelen
Lea van der Vinde

Organizzazione
Linea d’ombra
Strada di Sant’Artemio 6/8
31100 Treviso
Tel. +39 0422 3095
Fax +39 0422 309777
info@lineadombra.it
www.lineadombra.it

Commenta l'articolo: